CUCINE A SCOMPARSA

Quando è consigliata una cucina a scomparsa? Sicuramente quando lo spazio è contenuto ma si desidera valorizzare l’ambiente oppure quando si possiede una zona living.
Per chi ama un ambiente ordinato e lineare e vuole nascondere una parte o tutta la cucina, queste scelte sono la soluzione, in quanto offrono la possibilità di mimetizzare la stanza. Ci sono diverse soluzioni di cucine a scomparsa; Eccone alcune:

  1. Cucine con porte a soffietto

    Queste realizzazioni principalmente si basano su cucine lineari
    classiche che all’occorrenza possono essere nascoste grazie ad alcune porte scorrevoli(spezzo a fisarmonica) offrendo la possibilità d’utilizzo della stanza anche per altri scopi.

  2. Cucina in colonne

    Si tratta di cucine realizzate con moduli ad ante a scomparsa dove al loro interno si nasconde l’intera cucina. In questo caso però sarà suddivisa in moduli separati.

  3. Colonne rientranti

    La scelta di una cucina ad isola con piano cottura e lavello a vista è sempre interessante e pratico ma il problema principale è dove si ripongono gli elettrodomestici e gli attrezzi da cucina? Qui entrano in gioco le colonne con ante rientranti che possono contenere, oltre che cucine intere, anche ripiani estraibili, cassetti, cestini fino ad arrivare a dispense ed elettrodomestici. Utilissimo per avere una cucina a vista ma mai in disordine.


    Quindi che dire? Avete poco spazio e vi piacciono ambienti “puliti” e sempre in ordine? Quale soluzione fa per voi?

    Un ambiente limitato non vi costringe necessariamente a rinunciare, basta solo organizzare gli spazi nel modo giusto.
    E ricordate che se questa tipologia non vi piace, un cartongesso e un po di faretti possono fanno la differenza.

Commenti sottoposti a moderazione e riservati solo ai visitatori registrati

OTTIENI VOUCHER